L’amore e le sue infinite forme: con gli occhi di una scienza poetica

L’ossitocina, l’ormone dell’amore

L’ossitocina è un ormone che viene definito in gergo scientifico anche come l’ormone dell’amore che viene prodotto prevalentemente dall’ipofisi posta alla base dell’encefalo e dal cuore. I recenti studi di neurocardioscienze hanno evidenziato come il cuore, oltre a svolgere la sua funzione di pompa per il sangue, sia innervato, letteralmente cosparso di neuroni simili a quelli del cervello cranico; e che talvolta svolga una funzione analoga a quella delle ghiandole endocrine, producendo ormoni. Uno di questi è proprio l’ossitocina, insieme alle endorfine, e alla serotonina, con le quali forma un vero e proprio cocktail di gioia, un farmaco naturale che siamo in grado di generare in modo spontaneo ogni volta che proviamo amore, gratitudine e senso di appartenenza.

L’amore che possiamo esperire quindi può andare anche a influenzare il nostro sistema immunitario, che come ben sappiamo è direttamente connesso e correlato al sistema nervoso e a quello endocrino, che insieme formano un’unica rete funzionale e integrata (di cui si occupa la psiconeuroendocrinoimmunologia, detta anche PNEI).

Dal punto di vista sciamanico ogni volta che ascoltiamo il nostro cuore e il suo battito, essendo ogni sistema interconnesso, agiamo sia sul nostro sistema nervoso, che su quello ghiandolare, e perfino su quello immunitario. Così facendo produciamo salute dentro di noi e ad ogni respiro possiamo agire positivamente per rinforzare chi siamo, la nostra vitalità, il nostro benessere a tuttotondo, nonché la nostra epigenetica, ovvero quel aspetto della genetica che evidenzia come il DNA possa attivarsi e disattivarsi in base al modo in cui ci approcciamo a tutte le nostre relazioni, a quelle intrapersonali, e a quelle che instauriamo con tutti gli esseri che ci circondano, compreso l’ambiente e la Terra. Un approccio di vita cosciente permette uno sviluppo più sano della nostra quotidianità, e uno stato di salute maggiore e duraturo nel tempo.

L’atto di comprendere che cura la comunità

L’ossitocina svolge particolari funzioni nel tenere connesse le relazioni. Infatti produciamo questo ormone soprattutto quando agiamo gli aspetti della cura e della premura verso l’altro, dell’empatia e della comprensione. L’ossitocina permette infatti di essere maggiormente comprensivi, più empatici e aperti nei confronti delle altre persone. Un atto di cura potente è: quando sediamo attorno a un tavolo tentare di essere comprensivi con chi siede con noi, entrando in uno stato di ascolto e cercando di fare fluire la nostra attenzione sul cuore; così saremo in grado di accogliere e comprendere maggiormente parole e azioni, seminando gioia non solo dentro di noi, ma anche in tutte le persone che ci circondano. Letteralmente!

Attivare uno stato di ascolto profondo, e di maggiore comprensione, ci permette di creare relazioni più salde e durature. A quel punto l’ossitocina fluirà dentro di noi in grande quantità e in questo modo ne beneficerà tutto il sistema corpo.

Se ne evince quindi che comprendere l’altro aiuta il nostro sistema immunitario, e a far perdurare uno stato di salute, non solo in noi, ma anche negli altri. Quindi perché non coltivare l’ascolto e la comprensione se fa bene a noi e alle altre persone? Lo dice la scienza!

Dire sì alla vita

È dimostrato che l’ossitocina permette di essere più aperti alla vita e all’esistenza con maggiore fiducia. Infatti se abbiamo compreso meglio chi siamo, qual è la nostra destinazione e dove vogliamo andare, e di conseguenza abbiamo incarnato maggiore amore per noi stessi e per gli altri, attraverso le nostre azioni, i nostri pensieri e il nostro stato emotivo; allora saremo più capaci di dire “sì” alla vita e muoverci in essa, nonostante i suoi accadimenti, con coraggio, che è una qualità del cuore. Ricordiamo sempre che il cuore è al centro dei processi sistemici del corpo e che in tutte le culture antiche è il perno imperante dei sistemi di cura.

Quindi valorizziamolo! Ascoltiamo il suo battito, lasciamoci invadere dall’amore e diciamo “sì” alla vita!

L’abbraccio che accoglie

Un altro modo per produrre ossitocina è grazie all’abbraccio, alla tenerezza e alla premura, dal momento che questo ormone è correlato alla relazione madre-figlio, che è quella che genera l’imprinting che portiamo nelle relazioni interpersonali. Allo stesso modo sviluppare relazioni luminose e armoniose con gli altri, ci aiuta a essere più vicini a noi stessi e al mondo intero; e di conseguenza anche dire “sì” alla vita! Che una profusione di ossitocina e di amore possa inondare il vostro quotidiano e quello della famiglia di esseri viventi che vi circonda!

Nell’abbracciare l’altro, un eterno abbraccio cosmico:

https://sognarelaterra.it/nellabbraccio-dellaltro-un-eterno-abbraccio-cosmico/

Il potere dell’abbraccio:

https://sognarelaterra.it/il-potere-dellabbraccio/

L’amore è la medicina

Come abbiamo visto e come spesso dichiaro, il cuore è al centro dei sistemi di cura del passato e tutt’ora di alcuni del presente, ma nella nostra medicina allopatica viene spesso sottovalutato. Il nostro stato emotivo influenza certamente la nostra salute e perfino quella degli altri. Anche come pensiamo influenza il nostro approccio di vita e senza alcun dubbio va a modellare anche la nostra natura fisica e la struttura biologica della Terra, poiché il nostro corpo è il corpo della Terra.

Sapere come relazionarci con il nostro cuore e imparare a vibrare con esso e con la molteplicità di aspetti che ci appartengono è strettamente necessario se vogliamo sviluppare uno stato di salute più profondo e duraturo. Questo è alla base dell’antropologia della cura, della filosofia del benessere e dell’amore per se stessi, che vanno a impregnare certamente la scienza dell’uomo. La medicina è un’arte, e possiamo aiutare chi si prende cura di noi partendo dallo scegliere di prenderci cura di noi stessi per primi, delle nostre attività mentali, delle nostre emozioni e soprattutto di chi vogliamo e desideriamo essere. Tutto parte dal cuore e il cuore è il centro. Da questa prospettiva quindi l’amore è una grande medicina.

E così ci rimettiamo in cammino…

al prossimo viaggio…

Alberto Fragasso

per approfondimenti:

  • Alberto Fragasso, Spiriti Alleati, pratiche sciamaniche per crescere e guarire l’anima, Edizioni Amrita, 2017, cap.3.
  • Sito ufficiale dell’HearthMath Institute https://www.heartmath.org/
  • Gioacchino M. Pagliaro, Intenzionalità di Guarigione, la mente e la cura nel mondo dei quanti, Edizioni Amrita, 2021.
  • Rupert Sheldrake, La mente estesa. Il senso di sentirsi osservati e altri poteri inspiegati della mente umana, Feltrinelli, 2018
  • Ervin Lazlo, Risacralizzare il cosmo: Per una visione integrale della realtà, Feltrinelli, 2008.