La vera rivoluzione parte dal corpo

consapevolezza corporea, antropopoiesi e creatività culturale nella danza della vita

Nel nostro corpo c’è vita, sostanza che pulsa e lo sentiamo attraverso il battito del nostro cuore dal quale filtrano la maggior parte delle emozioni, dei ricordi e delle memorie. Tutto passa da lì e si propaga attraverso il sangue che scorre nelle vene. Le cellule, il sistema nervoso e l’apparato respiratorio; ogni cosa è connessa nel nostro corpo, e sintonizzata con il cuore e con tutti gli altri aspetti che fanno parte del suo sistema.

Enti, entità, organi, spiriti. Vi è molto nel corpo aldilà di quello che è un semplice meccanismo biologico come la scienza lo ritiene. La consapevolezza corporea è la chiave centrale per nutrire una saggezza del corpo. Nutrire queste genere di saggezza ci riporta a uno stato di bellezza, perché ci ricorda il nostro spirito animale, il nostro essere animali, oltre che umani, ed essere parte integrante di un grande cosmo, come una cellula vivente essenziale.

Quando siamo consapevoli del nostro corpo e ci stiamo, potremmo ricevere delle informazioni. Respirando, per esempio, con consapevolezza e dando una direzione al respiro verso un’area specifica del corpo (come ci insegnano diverse discipline tra cui lo yoga) portiamo luce in quell’area. Questa può contenere tensione che a sua volta può essere rilasciata o può contenere dell’informazione. Il nostro corpo ci informa del nostro stato di salute e quando ce ne riappropriamo e ne siamo consapevoli allora creiamo la nostra esistenza.

Il corpo è nostro e di nessun altro, non è di qualcuno esterno a noi. Il nostro corpo vive la nostra anima; esso è anima addensata in carne ed ossa, anima in movimento che vive e vibra. Attraverso il nostro corpo facciamo delle scelte, e possiamo scegliere anche come agire le nostre emozioni. L’uomo in effetti ha dato prova di molteplici comportamenti: può scegliere di uccidere, di picchiare, violentare o può fare la scelta all’opposto di nutrire in accordo con l’amore insieme alla natura, di rianimare, di accarezza, di baciare, di sostenere, di custodire, di onorare. In quest’ultimo senso il nostro corpo è meraviglioso. Possiamo fare qualunque tipo di scelta attraverso di esso. La libertà è nostra e saper utilizzarlo è un’arte.

Come esseri umani abbiamo anche la possibilità di trasformare il nostro corpo. Se attraverso la consapevolezza ci rendessimo conto di quanto esso sia importante, allora lì attueremmo una vera e propria rivoluzione.

La vera rivoluzione infatti parte attraverso la consapevolezza corporea, perchè più siamo consapevoli di esso e più siamo in grado di scegliere qual è la nostra direzione, cosa ci piace, che cosa desideriamo nella nostra vita.

Più siamo consapevoli del nostro corpo e più siamo presenti a noi stessi e non rischiamo di essere in balia delle voci che girano, delle notizie di turno. Più stiamo nel nostro corpo e meno vaghiamo nell’etere. Più siamo presenti a noi stessi e e più siamo capaci di agire con presenza per creare un cambiamento nella nostra vita. Più siamo consapevoli del nostro corpo e più siamo in grado di sentire cosa lo avvelena e quali sostanze possono farci meglio di altre. Più stiamo nel nostro corpo e siamo consapevoli di esso e più siamo in grado di mantenerci in salute, e il miglior modo di farlo è partire ascoltando il battito cardiaco. Ascoltare il proprio cuore significa scegliere per se stessi e per il mondo. La vera rivoluzione è quella dell’anima e del corpo.


Attraverso il nostro corpo possiamo anche esprimere una cultura (antropopiesis e creatività culturale). Come ci vestiamo dice qualcosa di noi. Se decidiamo di tatuarci un simbolo o un messaggio è una nostra responsabilità. Anche le malattie contengono dei messaggi e raccontano una storia. Il nostro corpo narra chi siamo, quali sono le nostre scelte, i nostri geni, il nostro passato e il nostro possibile futuro. Il nostro corpo è una grande e meravigliosa macchina biologica resiliente, in cui soffia e respira un’anima libera. E per rendere libero il corpo dobbiamo essere consapevoli di esso e non lasciarci intimorire dal suo potere, dal piacere che ci può donare, dalla forza che vi è in esso, dalla capacità di resistere alle malattie.

La vera rivoluzione passa attraverso la consapevolezza corporea. Più siamo consapevoli del nostro corpo e più siamo in grado di comprendere l’amore che ci fluisce attraverso. Consapevolezza corporea significa libertà di scegliere dove andare, responsabilmente; cosa condividere e con chi; con chi fare l’amore; come curarsi e come agire a contatto con la Terra; o molto più semplicemente come vivere.

Buona consapevolezza del corpo quindi, vi auguro che essa vi possa condurre a una libertà cosciente.

Alberto Fragasso