Il mio incontro con l’orso nelle terre selvagge abruzzesi

Il mio viaggio al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, aveva un intento ben preciso: incontrare l’orso. E quando si è verificato è stato magnifico!

Tutto è nato da un sogno in cui lo spirito dell’orso mi invitava a viaggiare in Abruzzo per fare questa esperienza. Così ho fatto e dopo qualche mese, nell’estate del 2019 mi sono messo in viaggio. Mi sono immerso nelle foreste, lasciato accompagnare dallo scorrere dei ruscelli e dallo scuotersi delle fronde dei faggi. Ho incontrato cervi e lupi, sentito il loro ululato di notte il primo giorno grazie all’esperienza condotta da Ecotur, e poi infine l’orso, oltre qualunque aspettativa. Per incontrarlo ci sono però volute ben 8 ore di trekking e devi essere molto fortunato. Ma del resto, lo avevo sognato…

Ecco qui alcuni appunti di viaggio del mio diario di bordo che ci tengo a condividere con voi.

Le faggete più antiche d’Europa. Respira, sei vivo ed è questo l’importante.

Chi mi conosce sa quanto ami l’acqua, il tempio delle ninfe.

Quanto è importante conoscere gli altri abitanti del pianeta? Gli animali e gli ecosistemi e comprendere che siamo tutti interconnessi e che le nostre vite sono intrecciate alle loro, a quella delle piante e del grande sistema di madre Gaia? 

Quanto è importante educare i bambini e le generazioni future a comprendere le loro emozioni e sentimenti, a coltivare la premura, – non solo la nozionistica! – , a trasformare la rabbia o ciò che intossica il cuore, a ricordare chi siamo, a Rimembrare l’anima, ad entusiasmarsi per un prato fiorito o un cielo stellato e ad amare il mondo?

Qui lo scatto dell’orso che scende dalla cima della montagna

Che splendido essere è l’orso?
– sembra avere un’andatura da tontolone, ma è robusto e ha destrezza;
– mangia a crepapelle;
– fiuta a grandi distanze anche se è un po’ ciecato;
– ha una metabilismo veloce, quindi quel che mangia dopo poco esce e concima;
– dorme per molto tempo dell’anno;
– si gratta la schiena contro gli alberi;
– è onnivoro, ma prevalentemente vegetariano e coopera con i lupi e gli animali del territorio;

È un ecologista del mondo animale!

Quindi cosa possiamo imparare noi dagli animali?

Se desideri approfondire da una prospettiva antropologica, spirituale e sciamanica la medicina dell’orso ti invito a leggere un mio vecchio articolo adatto allo scopo: la medicina e l’insegnamento dello spirito dell’Orso. Buona lettura!

E così ci rimettiamo in cammino,
al prossimo viaggio…

Alberto Fragasso

Questa voce è stata pubblicata in amore e gratitudine, anima ed esistenza, animali, arte sciamanica e spiritualità, cosmo e natura, cura e guarigione, ecologia e ambiente, luoghi di potere, saggezza e riconnessione, salute e benessere, sciamanesimo, scuola ed educazione, spiritualità, viaggio e passeggiate, vita quotidiana e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.