Chi sono – Biografia dell’autore

Alberto Fragasso, nato a Biella nel 1986, si definisce sognatore, ed è antropologo, insegnante, praticante sciamano e counselor transpersonale, filosofico-esistenziale, sistemico e relazionale, ed educatore al benessere e alla salute. Allievo di Lorenza Menegoni, Paola Consoli e C. Michael Smith, ha condotto percorsi di ricerca nell’ambito dell’antropologia culturale, medica e delle religioni, sul respiro consapevole (breathwork, rebirthing e holotropic breathwork), sul pranayama, sulla meditazione buddhista vipassana, e sugli stati non ordinari di coscienza, spaziando inoltre attraverso svariati aspetti culturali del folklore e delle tradizioni sapienziali europee (celtiche, greche, romane, scandinave) e indiane.

Io sono la foresta che si scuote al passare del vento,
la forza dello stormo in volo,
il bramito del cervo al mattino,
lo scorrere del ruscello tra i fili d’erba,
il Sole che danza la sera e tutto indora al suo passaggio,
il gonfiarsi delle nuvole prima della pioggia
e il risolversi della tempesta nel fresco umidore,
il bacio della persona amata,
il cuore puro di un bambino,
i colori dell’amore,
il passo svelto della lepre in primavera,
l’essere piumato che s’appoggia su un ramo,
la foglia caduca che lascia l’albero,
la notte stellata,
il biancore della neve,
una carezza fresca appena svegli,
l’iride dell’universo,
l’ape che impollina il fiore,
la bellezza che scorre fra le dita,
la brezza d’estate che scompiglia i capelli,
l’amore che dipana le nebbie e apre il cuore,
la coscienza fluida che cammina nei sogni.

Questa è la mia rivisitazione personale di quanto viene narrato sul poeta e bardo Taliesin, ovvero Merlino, nei numerosi poemi del XIII secolo, sulla base di ciò che ci è stato tramandato della tradizione celtica, quando vengono descritti i suoi mutamenti di forma e le esperienze da lui vissute nel suo ciclo di vite. L’identità è la nostra impronta sulla terra: è formata da tante parti di noi e ognuno di noi è una molteplicità nel suo modo di essere.

tratto da Spiriti Alleati, pag. 2, Edizioni Amrita, Torino, 2017

“Mi definisco un sognatore poiché, fin dall’infanzia, sono sempre stato attratto dalle stelle, dall’astronomia, dalla preistoria, dalla mitologia greca, romana ed egizia, dal mondo dei sogni e da quello magico della magia; fin da piccolo ho vissuto esperienze oniriche di notevole lucidità, che all’inizio mi spaventavano, ma che con il tempo si sono tramutate in un’abitudine ricorrente, ricca e piacevole.

[…]Mi piace definirmi “antropologo del sogno”, poiché i miei campi d’indagine sono svariati: sono i campi espansi della coscienza, del sogno, del mondo immaginativo, con un’analisi che si concentra sull’energia, sul respiro, sul soffio vitale che penetra in profondità nelle cose. Mi considero un mediatore tra scienza e spirito, tra conscio e inconscio, tra l’individuo e la natura, con lo scopo di contribuire alla ricerca in modo alternativo.”

tratto da Spiriti Alleati, pag. 4, Edizioni Amrita, Torino, 2017

Le vie dei boschi, i sentieri della Terra, pullulano di tesori e di doni luminosi, accessibili a chi possiede occhi per guardare, orecchie per ascoltare e cuore per comprendere…”

Pubblicazioni

  • Spiriti Alleati, pratiche sciamaniche per crescere e guarire l’anima, Edizioni Amrita, 2017;
  • Il Tocco dello Sciamano, insegnamenti sciamanici per l’uomo contemporaneo, Edizioni Amrita, 2019;
  • La Bussola dell’Anima, racconti di potere, racconti di guarigione e tradizioni della Terra, Edizioni Amrita, 2021.

Progetti

  • Aprire le Ali alla Meraviglia: percorso formativo per medici, psicoterapeuti, infermieri e operatori sanitari presso l’ospedale San Giovanni Vecchio di Torino (2016). Elementi antropologici trattata basati sui metodi di cura delle tradizioni dei popoli in particolare quelli di cultura animista dove lo sciamanesimo vibra ed esiste ancora o è esistito in passato. Respirazione sacra e comprensione profonda;
  • Scuola dell’Albero della Vita: progetto ricreativo culturale per bambini della fascia 6-13. La scuola aveva l’obiettivo di portare la saggezza delle culture native e la fioritura personale del bambino attraverso la didattica quotidiana e gli strumenti educativi (2016);
  • Antichi Metodi di Cura: ciclo di conferenze dedicato ai sistemi di cura nativi e all’approccio sciamanico. Incontri e semi di riflessione su come imparare a prendersi cura di se stessi grazie al respiro, all’ascolto del corpo e alla dimensione transpersonale (2019);
  • Danzare con la Tempesta: format nato durante la quarantena con lo scopo di accompagnare le persone a riflessioni su nuovi paradigmi della medicina, della salute, della connessione con la natura e il mondo umano e di tutti gli esseri viventi (2020). Progetto cresciuto in collaborazione con Amrita Edizioni, Translational Music, Humana Medicina, Italia Che Cambia e Il Giardino Dei Libri.