L’Arte del respiro

Il respiro è un’arte, saperlo utilizzare è un’arte, l’arte di ascoltarsi, ascoltare se stessi e il proprio cuore e prendersi cura di sé, volgendo lo sguardo in direzione della propria anima, che comunica in molte forme, ma in particolare attraverso il respiro.

Il respiro è sacro, poiché quando contattiamo la nostra anima, contattiamo la scintilla divina che vi è in essa, Dio, il dio che c’è in noi, la scintilla di luce parte della grande luce Universale.

Il respiro libera l’anima dai pesi che, il più delle volte con la mente, costruiamo camminando su questa Terra, come se alla vista di un fiume ne imprigionassimo lo scorrere con una diga. Il respiro è in grado di rompere quella diga, di infrangerla per permettere al flusso di scorrere nuovamente.

L’arte del respiro è l’arte di prendere consapevolezza delle zone d’ombra e di quelle di luce, degli anfratti in cui il nostro Io si nasconde, ma che la nostra anima necessita di vedere per evolvere.

Per secoli i nostri antenati hanno respirato e per secoli i nostri discendenti continueranno a farlo, il respiro è ciò che unisce tutti gli essere umani a tutti gli esseri del creato.

Il respiro è l’essenza intrinseca dell’Universo, la rete di luce che ci tiene tutti connessi, la maestosità dell’essere che ci tiene uniti.

Il respiro è nel volo delicato della farfalla, nello scrosciare dell’acqua, nella caducità della foglia, nel raggio di Sole, in una mano portata sul cuore.

Il respiro è l’essere, il soffio, quello che i greci chiamavano pneuma e che per i celti giungeva attraverso l’ispirazione, luce divina che inonda l’anima e il cuore.

Quando si ascolta il proprio respiro si prende consapevolezza della propria anima, quindi il respiro espande l’anima e le permette di tornare a volare libera con leggerezza anche quando il proprio vissuto personale ne ha limitato la libertà. Il respiro è la luce che inonda il cuore, lo riempie e colma le zone rimaste vuote, restituendogli e donandogli nuova luce.

Ascoltare il respiro significa ascoltare se stessi e tutto ciò che ci circonda. Concedetevi durante la giornata di ascoltare il vostro respiro, è semplice, bastano tre profondi respiri quando vi assale una forte emozione, o anche quando state bene o siete seduti sotto un albero, ascoltate il vostro respiro e non percepirete più la separazione dal Mondo, poiché sarete un tutt’uno con esso.